IRENE: L'ACCOUNT CHE ACCOMPAGNA LE AZIENDE VERSO LE SFIDE DEL DIGITAL

Categorie: Bizen Stories

Irene, account manager in Bizen dal 2017, descrive in un’intervista aperta, un po’ di sé: dalle sue passioni personali, agli aspetti più sfidanti del lavoro di account fino alle soddisfazioni che condivide con i clienti.


Raccontaci di te.


Sono laureata in Scienze della Comunicazione all’Università di Trieste e ho conseguito la laurea magistrale in Scienze dello Spettacolo alla Statale di Milano con una tesi in estetica dal titolo: "Rappresentazione e fruizione del disgusto: Marina Abramović, Gunther Von Hagens, Damien Hirst”, approfondendo il tema dell’empatia attraverso i testi di Martha Nussbaum.

Mi interessano gli argomenti legati alle tendenze del contemporaneo e alle dinamiche dell’arte e del fashion sia da un punto di vista semiologico che sociologico, oltre che come fenomeno di costume; e soprattutto osservare con quali scambi reciproci si contaminano.

Prima del digital ho fatto esperienza con il giornalismo televisivo e sono approdata al mondo del marketing dapprima in azienda, per poi passare in un’agenzia che si occupa di strategie di marketing digitale: Bizen.

Potrei dire che ho visto "in diretta” quali sono le profonde influenze che i diversi media esercitano sulla comunicazione.

La cosa che mi incuriosisce di più è quanto tanta parte di contemporaneità stia mutando attorno al digitale, da tutti i punti di vista. 

irene_blog_V01


In cosa consiste il tuo lavoro?

L’80% del mio lavoro è fatto di ascolto. Ascolto dei bisogni funzionali e comprensione di quelli emozionali delle persone che si rivolgono a Bizen: responsabili marketing o amministratori delegati di aziende che si pongono nuovi obiettivi di business.

La risposta che proponiamo deve consistere in una strategia sostenibile ed efficace a raggiungere gli obiettivi di business richiesti, in un determinato tempo, tenendo conto dei bisogni emersi.

Per fare questo devo in primis indagare approfonditamente il loro modello di business, come i clienti li raggiungono, quale percorso d’acquisto seguono e che esperienza vivono con l’azienda. 

Inoltre è necessario capire lo scenario competitivo dell’azienda: il modello di business è adatto a quello specifico mercato di riferimento, con quei competitor? Gli obiettivi che un’azienda si dà sono raggiungibili e in che modo?

Il cliente dell’azienda dev’essere messo al centro di una strategia: partendo dal presupposto che sia nel B2B che nel B2C il cliente è una persona, bisogna ragionare in termini human to human (H2H), tenendo conto di come funziona il mercato e lo specifico ambito in cui l’azienda opera.

Piaci al tuo cliente? Gli servi? Risolvi il problema che ha? Soddisfi la sua richiesta di aiuto?

Alla domanda “Come arrivano i tuoi clienti?”, la risposta spesso è: “Attraverso il passaparola”

Il digital è un insieme di conversazioni che sono a tutti gli effetti scambi di opinioni su dei temi: cioè passaparola. Riuscire a cogliere il massimo da queste dinamiche è uno degli obiettivi di una strategia che, secondo l’Inbound, parte dalla fase di Awareness e arriva appunto al Delight.


Il metodo Bizen prevede di affiancare con un approccio consulenziale le aziende nel loro percorso di marketing digitale. Come funziona?

Spesso le aziende si rivolgono a noi chiedendo un servizio specifico: lo sviluppo di un nuovo sito web, per esempio.

Noi adottiamo un altro tipo di approccio. Cerchiamo cioè di capire a cosa serve il servizio che ci sta chiedendo un potenziale cliente: "A cosa ti serve il sito? Perché me lo chiedi?”

Queste domande sono necessarie perché ciò che veramente serve di solito ad un’azienda non è un sito ma è vendere meglio, vendere di più, migliorare la conversione in ciascuna delle varie fasi del funnel di acquisizione del cliente, fare in modo che l’immagine che comunica sia in linea con l’attuale identità dell’azienda, allineare e migliorare la comunicazione tra i vari dipartimenti interni all’azienda, attrarre nuovi talenti oppure un insieme di tutte queste situazioni. 

Se mi fermassi allo step 1, cioè ascoltare e realizzare ciò che mi viene chiesto, non farei l’interesse dell’azienda. Ecco in che cosa consiste l’aspetto consulenziale che Bizen adotta.

Come sei entrata in Bizen?

Lavorando in precedenza in diverse aziende in cui mi sono occupata di digital marketing, mi sono accorta che al raggiungimento degli obiettivi mancavano sempre dei pezzi (del funnel). Non si facevano analisi adeguate, non c’era metodo.

Soffrivo molto a non sapere come colmare questi gap, a non sapere come costruire una strategia.

Inoltre mi sono resa conto dell’importanza dell’essere strutturati e di quanto, allo stesso tempo, sia fondamentale essere agili: riuscire a rispondere al cambiamento è conditio sine qua non per crescere, oggi più che mai.

Perciò, dopo aver messo a fuoco l’interesse verso il digital, ho capito che una web agency strategica, con tutte le sue professioni verticali e tanti clienti, ognuno diverso dall’altro, mi davano la possibilità di avere sotto controllo tutto il processo, applicato a diversi modelli di business. 

Ho visto in Bizen un’opportunità di crescita e di approfondimento dei temi che mi interessano: la strategia e il metodo.

Continuo a scegliere Bizen perché si lavora bene dal punto di vista strategico, oltre che operativo, che è la parte del lavoro che preferisco. Imparo molto e c’è una bella squadra composta da molte donne, cosa che per me fa la differenza, oggi ne sono sempre più consapevole.
 

Qual è l’aspetto più bello di lavorare con le aziende? 

Il fatto di poterle effettivamente aiutare, là dove esse ne hanno più bisogno, quindi poter fare la differenza per loro, raggiungere gli obiettivi. 

Le aziende hanno sfide enormi, ed essere coinvolta nell’aiutare a trovare la giusta via è emozionante e mi riempie di soddisfazione.

Inoltre di carattere sono molto socievole e il mio ruolo mi permette di conoscere persone sempre nuove e ruoli differenti, una varietà interessante.


La tua più grande soddisfazione? 

La più grande soddisfazione è far sì che un’azienda, inizialmente poco digital, diventi nel giro di due o tre anni un’azienda più evoluta. Il mio ruolo è guidarla al cambiamento, diffondere in azienda la cultura digitale.

Questo si verifica quando si tirano le somme e si nota come la crescita sia stata notevole, gli obiettivi siano stati raggiunti e ce ne siano sempre di nuovi. Significa che il cliente si è fidato di noi, che si è creato un buon processo di lavoro, e che noi abbiamo lavorato bene.

Ti è piaciuta l’intervista ad Irene?
Leggi di più sulla vita in Bizen.

Sfide Aziendali Metodo Inbound Strumenti Hubspot

Inbound Marketing ebook bizen.it

Condividi questo articolo con i tuoi contatti:

Bizen

Autore: Bizen

Un Team digital marketing completo
Autori di storie digitali che conquistano l'utente e costruiscono relazioni di valore. Ogni giorno!

CI PRESENTIAMO

Bizen, digital agency fondata nel 2007, affianca gli uffici marketing nella definizione e gestione di un piano digital marketing con l'obiettivo di valorizzare il brand online e attirare più contatti, ma quelli giusti.

Abbracciamo il cambiamento e ci lasciamo contaminare da idee ed esperienze, per delineare nuovi percorsi digitali che conquistano l’utente e costruiscono relazioni di valore.

CERCA

    CONDIVIDI



    NEWSLETTER

    Raccontiamo le ultime dal mondo web e dal mondo Bizen. Lasciaci la tua mail!