<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=403009&amp;fmt=gif">

LinkedIn: come utilizzarlo per ottenere risultati concreti

Autore: Bizen - di lettura

In uno dei nostri ultimi webinar, Marco Spironello - Social & ADV Specialist di Bizen - ha approfondito l’utilizzo strategico di LinkedIn per le aziende e per i professionisti.
Riassumiamo in questo articolo i punti principali.

linkedin-come-usarlo

LinkedIn: il Business Social Network per eccellenza

LinkedIn potrebbe essere definito un Business Social Network perché su questa piattaforma non c’è spazio per l'ambito personale, anzi tutto ruota attorno alla professionalità e alle relazioni lavorative degli iscritti. La piattaforma è stata costruita per replicare le dinamiche del mondo reale, dove hanno valore le relazioni tra persone, non tra le aziende, dando la possibilità agli utenti di dimostrare la propria competenza e di instaurare conversazioni di valore con potenziali lead, fornitori e collaboratori.

Per questo è fondamentale che il proprio profilo personale sia completo, coerente, curato in ogni dettaglio: il profilo personale LinkedIn, se usato correttamente, può diventare il tuo miglior biglietto da visita.

 

La costruzione del profilo personale

Le informazioni primarie del tuo profilo personale sono i primi tre elementi a essere visualizzati dagli altri utenti e devono essere scelti con accuratezza:

  • foto - utilizza un’immagine chiara e professionale
  • nome e cognome - da inserire in questo ordine
  • headline - riassumi in una frase il tuo ruolo e la tua mission in azienda. Dovrebbe emergere chi sei, come vuoi essere percepito, quale tipo di professionista vuoi essere agli occhi dalla community.

Ricorda che il tuo profilo personale si riflette sull’azienda per la quale lavori: per questo i profili dei dipendenti dovrebbero sempre essere coordinati, almeno nella foto e nella headline.

Completa il tuo profilo con una descrizione accurata, le posizioni lavorative che hai occupato, i corsi di formazione che hai frequentato e i progetti più importanti a cui hai partecipato. Puoi anche chiedere ai tuoi contatti di confermare le tue competenze e lasciarti una recensione (ed è buona regola ricambiare).

 

I contenuti

Un altro aspetto importante del profilo personale sono i contenuti, che si dividono in 3 categorie:

  • i commenti
  • i post
  • gli articoli

Cerca di pubblicare con costanza e regolarità, interagendo con i contatti che ti interessano maggiormente per creare valore.

 

La pagina aziendale

A questo punto, forse, ti starai chiedendo a cosa serve avere una pagina aziendale su LinkedIn, dal momento che sono i profili personali il fulcro della piattaforma.
La pagina aziendale di LinkedIn viene usata principalmente per dare spazio ai contenuti di comunicazione corporate e per condividere i contenuti pubblicati l’amministratore delegato e dai dipendenti chiave dell’azienda.

I contenuti dovrebbero poi essere ricondivisi, consigliati e commentati dagli altri dipendenti e collaboratori, in modo da spingere anche gli utenti del network a fare lo stesso, aumentando la visibilità dei post.

È anche possibile sponsorizzare i contenuti della pagina, targettizzando gli annunci sui professionisti e addirittura sulle persone che lavorano in determinate aziende. Resta però fondamentale che la pagina e i profili personali dei dipendenti rispettino le best practice che abbiamo appena elencato. L'advertising su LinkedIn è uno step successivo, che può portare risultati solo se la base organica è solida.

 

Le sezioni e le dinamiche della piattaforma

Vediamo ora alcune sezioni della piattaforma che possono essere utilizzate per intercettare contatti e conversazioni interessanti.

Newsfeed

Una delle sezioni chiavi di LinkedIn è il newsfeed, che potremmo definire l’aggregatore di tutti i contenuti, la bacheca.
Per sfruttare al meglio il newsfeed puoi filtrare le persone di cui visualizzi i contenuti, in modo da limitare i profili non utili dal punto di vista lavorativo. Per esempio, se nel tuo feed appare un aggiornamento poco interessante, puoi smettere di seguire (“unfollow”) il contatto che lo ha pubblicato oppure puoi nascondere quel post. Resterai comunque in contatto con quella persona, ma non vedrai le sue attività sulla tua bacheca.

 

My Network e Messaggi privati

Dalla sezione My Network, a cui puoi accedere dall’icona contraddistinta con il simbolo “persone”, puoi:

  1. gestire i tuoi contatti,
  2. gestire le richieste di contatto che ti sono arrivate e quelle che hai effettuato,
  3. vedere i suggerimenti di LinkedIn sulle persone e le pagine da seguire.

Prima di entrare in contatto con un altro utente, ti consiglio di corredare la richiesta di collegamento con un breve messaggio personalizzato per apparire da subito più credibile e interessante (evitando anche di essere etichettato come spam). Lo stesso consiglio è valido per i messaggi privati.

 

Vuoi approfondire l’argomento? Guarda il video del webinar e scarica le slide: troverai tanti esempi pratici per migliorare la gestione del tuo profilo e della pagina aziendale.
Scarica le slide sull'utilizzo di LinkedIn
Ti potrebbero interessare anche questi articoli del nostro Blog:


Se vuoi un confronto più concreto e focalizzato sulle tue esigenze, puoi prenotare una call gratuita con noi in qualsiasi momento:

 

 

Categorie: Social Media e Piani editoriali

Bizen

Un Team digital marketing completo
Ricerchiamo l’equilibrio tra strategia e servizi, per aiutarti a costruire le basi per una più efficace e proficua presenza digitale.

Ti abbiamo incuriosito?

Questo spazio è per te! Vuoi capire come lavoriamo e cosa possiamo fare per te? Scrivici ora! (Nessun impegno).