DIGITAL STORIES

b889c9b-1451991345-des-1800x740-1.jpg

Sfruttare l'email marketing all'interno della propria strategia Inbound - Parte1

Il Web Marketing Festival è stata un’esperienza formativa unica: tanti i temi trattati dagli esperti del settore e molte le idee condivise che ci hanno consentito di tornare in ufficio con un bagaglio di informazioni molto ampio su cui riflettere.

Un’intera sala formativa è stata dedicata alle tecniche di Email Marketing e tra i vari interventi uno mi ha colpita particolarmente perchè rispecchia a pieno la nostra filosofia e il nostro metodo, incentrato sull’utilizzo dell'inbound marketing per aumentare i contatti qualificati da web.

Adottare una strategia inbound con l’email marketing significa principalmente:

  • conoscere molto bene i propri clienti
  • creare un piano editoriale di contenuti per le email

 

P_newsletter-1.png


Conosci davvero il tuo target?

L’inbound presuppone una buona conoscenza dei propri clienti, effettivi e potenziali. Il modo più efficace per riuscirci è quello delle buyer personas (in questo articolo Valentina spiega in dettaglio di cosa si tratta), classificando i propri clienti secondo le loro caratteristiche professionali/personali ed analizzandone comportamenti e bisogni, sia dal punto di visto funzionale che da quello emozionale. Per reperire queste informazioni puoi interrogare i tuoi database, interpretare i dati di Google Analytics e dei social network e chiedere il supporto di chi, in azienda, lavora a diretto contatto con i clienti.

Questa prima fase di analisi e ricerca è finalizzata a capire quali contenuti interessano o possono essere rilevanti per il target in ogni step del suo processo d'acquisto, in modo da riuscire a realizzarne di mirati. Parlare del prodotto/servizio offerto infatti, diventa interessante solo se viene presentato al cliente giusto, nel momento giusto e nel modo giusto.


Come servire il contenuto giusto al momento giusto?

Analizzate le buyer personas, è necessario definire il loro customer journey, ovvero il percorso che il cliente intraprende per arrivare a te. Questo percorso tipicamente viene suddiviso in tre fasi:

  • Consapevolezza (Awareness): l'acquirente si rende conto di avere un problema o un bisogno da soddisfare.
  • Considerazione (Consideration): vengono valutate le opzioni disponibili per arrivare a una soluzione.
  • Decisione (Decision): l'acquirente sceglie la soluzione che fa per lui.

A ciascuno di questi step corrisponde una fase precisa del funnel di acquisto dell’inbound marketing, che rappresenta il percorso di conversione che consente di attrarre i visitatori e di trasformarli poi in clienti fidelizzati.

 

funnel_inbound.png

 

Top of the funnel corrisponde alla fase di awareness: il potenziale cliente sta prendendo consapevolezza del problema e inizia a informarsi sulle soluzioni possibili. In questa fase non è ancora pronto a sentir parlare di brand e prodotti perchè desidera semplicemente documentarsi: contenuti che parlino esclusivamente del tuo prodotto/servizio non sono adatti, anzi possono risultare controproducenti. 

Middle of the Funnel corrisponde invece alla fase di consideration: il tuo prodotto/servizio rientra tra le possibili scelte dell’utente che, individuata la soluzione al proprio problema, ti sta mettendo a confronto con i tuoi competitor. I contenuti migliori in questa fase sono, ad esempio, post di blog, webinar, contenuti di approfondimento.

Bottom of the Funnel è l'ultimo gradino, quello dell’acquisto, che introduce la vendita. Più le precedenti fasi si sono svolte nel  modo corretto, analizzando il comportamento dei lead, e più i contenuti che offrirai in questa fase riusciranno a soddisfare i bisogni reali di chi legge le tue email. In questo step sono adatti prove gratuite, offerte e sconti oppure consulenze personalizzate.


Non necessariamente una persona attraversa tutte le fasi del funnel: chi conosce già la tua azienda potrebbe trovarsi direttamente nella fase MOFU, mentre alcuni utenti potrebbero decidere di completare quasi subito l’acquisto (fase BOFU) spinti magari da un bisogno urgente. Per questo è fondamentale conoscere i destinatari delle proprie email e preparare il contenuto adatto a ciascuna personas.

Ricorda che il viaggio del cliente è sempre più multicanale, multidirezionale e multidevice: per questa ragione la tua azienda dovrebbe possedere la flessibilità necessaria a presidiare ogni canale e device utilizzato dal target con il contenuto corretto. Nel prossimo articolo ti spiegherò nel dettaglio come creare un piano editoriale per le email. Lo troverai nella sezione "Strategie Web Marketing" a partire da venerdì.

Competenze: strategie web marketing

Condividi questo articolo con i tuoi contatti:

Daniela Filip

Autore: Daniela Filip

Advertising Specialist
Economista di formazione, le sue settimane si dividono tra studio e lavoro. Accetta ogni sfida sfoderando creatività e spirito di osservazione.

CI PRESENTIAMO

Bizen, digital agency fondata nel 2007, affianca gli uffici marketing nella definizione e gestione di un piano digital marketing con l'obiettivo di valorizzare il brand online e attirare più contatti, ma quelli giusti.

Abbracciamo il cambiamento e ci lasciamo contaminare da idee ed esperienze, per delineare nuovi percorsi digitali che conquistano l’utente e costruiscono relazioni di valore.

CONDIVIDI

NEWSLETTER