WHATSAPP PER LE AZIENDE: OLTRE IL SOCIAL MEDIA MARKETING

Categorie: Social media e piani editoriali

WhatsApp è diventato un social network fondamentale, anche in azienda. Scopri i nostri consigli su come utilizzarlo al meglio.

L’utilizzo di app rappresenta metà del tempo speso online dagli utenti, questo trend è però destinato a crescere, soprattutto a seguito dell’utilizzo sempre maggiore degli smartphone. 

Ecco perché quando l'azienda progetta la sua strategia online è necessario che integri al suo interno anche queste piattaforme per facilitare l’interazione con i propri clienti.

Per quel che riguarda il panorama italiano, in cima alla classifica delle applicazioni più usate troviamo Facebook e WhatsApp. L’utilizzo dei sistemi di messaggistica istantanea coinvolti nell’attività di marketing aziendale sta diventando sempre più frequente e coinvolge un numero crescente di aziende di ogni dimensione.

whatsapp per le aziende

A Febbraio di quest’anno la più famosa applicazione di messaggistica istantanea ha raggiunto 1 miliardo di utenti in tutto il mondo: è sufficiente questa cifra per intuire il potenziale di WhatsApp, che rappresenta oggi il presente ed il futuro della messaggistica e del social media marketing. Il laboratorio BuzzFeed ha cominciato a studiare il pulsante Share to WhatsApp accanto agli storici Facebook, Twitter, Pinterest e LinkedIn.

Come utilizzare WhatsApp nella propria strategia di marketing?

Lo strumento può essere utile per la gestione dei seguenti aspetti:

  • Social customer care: per il potenziale cliente o quello già esistente, che vuole entrare in contatto con l’azienda, è sufficiente aggiungere il numero di telefono ai propri contatti. Gli aspetti importanti da tenere in considerazione in questo caso sono innanzitutto la velocità di risposta: una comunicazione tempestiva è fondamentale per ogni tipo di azienda e anche il tone of voice: anche se la piattaforma permette un contatto più informale, è importante mantenere sempre una comunicazione che rispetti l’immagine del proprio brand.

Tweet: #WhatsApp: il social customer care più vicino all'utente http://bit.ly/whatsapp-per-le-aziende  Tweet: #WhatsApp: il social customer care più vicino all'utente 

  • Creazione di contest e concorsi a premio, anche con la funzionalità Gruppi: questi gli strumenti per raccogliere lead. La chiave qui è la creatività, cercare di attirare i potenziali clienti in modo unico, convincendoli a lasciarci il loro contatto a fronte di qualcosa che possa costituire per loro un valore, come ad esempio un premio.
  • Invio di aggiornamenti e promozioni in tempo reale: WhatsApp costituisce un valido sostituto del più tradizionale Feed Rss, Newsletter, e degli SMS per aggiornamenti in tempo reale sul lancio di un nuovo prodotto o sulla pubblicazione di un nuovo articolo del blog aziendale (per pochi singoli o gruppi). In questo contesto è importante parlare della privacy, aspetto a cui gli utilizzatori WhatsApp dedicano molta attenzione, soprattutto a seguito del nuovo aggiornamento dei termini di utilizzo in cui viene specificato che i numeri personali verranno trasferiti a Facebook (con cui WhatsApp si è fusa nel 2014). L’esperienza che si vuole trasmettere attraverso questa piattaforma non è quella di spam, ma di interazione volontaria tra due parti. A differenza degli strumenti classici, infatti, WhatsApp non permette l’invio massivo di messaggi promozionali. Il consiglio migliore è dunque quello di non inviare troppi messaggi e soprattutto non a tutti i numeri, ma cercare di suddividere i contatti in gruppi in base al target, perché altrimenti si potrebbe finire per essere bloccati. Vediamo nello specifico come sfruttare questa funzionalità di WhatsApp.

La funzione Broadcasting

 Questa è una particolare funzione di WhatsApp che permette di creare dei group list, ovvero dei gruppi in cui inserire i contatti della propria rubrica. A differenza dei normali gruppi che le persone creano con i propri conoscenti, i gruppi lista vengono visualizzati solo dall’amministratore. Il Broadcasting permette di inviare messaggi non all’interno del gruppo, ma in maniera del tutto personale, visibili solo da una persona o da un certo gruppo di persone. Questo permette all’azienda di tenere traccia delle interazioni avute con l’utente, delle sue risposte, in caso ci siano state, e creare così uno storico dettagliato per singolo cliente. Di conseguenza, le successive interazioni non saranno viste come invasive da parte dell’utente, ma interessanti, perché l’azienda sarà in grado di capire ciò che egli sta cercando. La broadcast marketing strategy è un metodo per fare pubblicità poco invasivo, perché l’utente ha la possibilità di stroncare questo rapporto con l’azienda semplicemente eliminando il contatto dell’amministratore dalla rubrica.

  

Tweet: Creare una comunicazione con i propri clienti con una broadcast marketing strategy di #WhatsApp  http://bit.ly/whatsapp-per-le-aziende  Tweet: Creare una comunicazione con i propri clienti con una broadcast marketing strategy di #WhatsApp

 

Alcuni esempi sull’utilizzo di WhatsApp in azienda

whatsapp per le aziende

 È stato un successo l’invito del pubblico argentino ad un party riservato organizzato da Absolut Vodka per celebrare la produzione di 4 milioni di bottiglie in edizione limitata.
Il party era accessibile solo su invito a clienti selezionati, ad esclusione di due biglietti messi in palio a chi, tramite WhatsApp, avrebbe convinto il cattivissimo buttafuori virtuale Sven (ovvero, il community manager dell’agenzia) a farlo entrare. Risultato? 600 contatti, 3 giorni ininterrotti di chat con gli utenti, più di 1000 contenuti prodotti dagli stessi tra immagini, audio e video simpatici e creativi.

Buoni risultati anche per Sony, che ha diffuso nei social l’invito ad aggiungere l’azienda su WhatsApp e partecipare a un contest in cui l’obiettivo era quello di indovinare il titolo del film sulla base delle citazioni pubblicate. L’intera operazione ha portato alla nascita di 3 gruppi su WhatsApp ognuno composto da una trentina di utenti che hanno dato vita ad oltre 1000 interazioni.

WhatsApp è uno strumento che può essere utilizzato però anche nel settore del B2B, come dimostra il caso di Nordest Automazioni, azienda rivenditrice di porte automatiche e cliente Bizen che utilizza e promuove nel suo sito web il sistema di messaggistica istantanea WhatsApp per dare supporto agli installatori al lavoro.

WhatsApp: flessibile, gratuito, di tendenza: confrontiamoci su come utilizzarlo al meglio, anche per la tua azienda!

New Call-to-action

Sfide Aziendali Metodo Inbound Strumenti Hubspot

ebook Inbound Marketing trovare clienti

Condividi questo articolo con i tuoi contatti:

Giulia Scquizzato

Autore: Giulia Scquizzato

Account Manager
Entusiasta e sensibile con tutti i clienti. Scrive e lavora con cura, curiosità e amore per i dettagli.

CI PRESENTIAMO

Bizen, digital agency fondata nel 2007, affianca gli uffici marketing nella definizione e gestione di un piano digital marketing con l'obiettivo di valorizzare il brand online e attirare più contatti, ma quelli giusti.

Abbracciamo il cambiamento e ci lasciamo contaminare da idee ed esperienze, per delineare nuovi percorsi digitali che conquistano l’utente e costruiscono relazioni di valore.

CERCA

    CONDIVIDI



    Iscriviti alla newsletter